Roma, 26 gennaio 2012

 

 

Carissimi,

 

abbiamo appena saputo che la Corte di appello di Milano ha accolto in data odierna, la sospensione dell’efficacia dell’ordinanza n.15243/11RG emessa dal Tribunale di Milano che si era pronunciato a favore del ragazzo pachistano stabilmente residente in Italia, ma non ammesso al bando perché sprovvisto del requisito obbligatorio richiesto della cittadinanza italiana.

 

A seguito della sospensione dell’ordinanza, l’UNSC (Ufficio Nazionale Servizio Civile) ha comunicato che sono state ripristinate le attività e che sono confermate le partenze programmate che, ricordiamo, sono previste il 1 febbraio per i volontari che svolgeranno servizio all’estero e il 2 aprile per i volontari che svolgeranno servizio civile in Italia.

 

Un caro saluto

 

  

Giuseppe Marchese

(Direttore Acli Servizio Civile)