Progetti in Italia 

Titolo progetto: #falasceltagiusta

L’intento del progetto è quello di promuovere delle azioni volte a creare e diffondere la cultura della legalità, soprattutto tra i giovani, in seguito ai dati relativi ai livelli socio-occupazionali che influenzano negativamente i contesti coinvolti ed al sostegno della rete associativa attivata nella tematica scelta. Le attività proposte riguarderanno la realizzazione di: sportelli informativi per i giovani sui diritti e doveri e delle conseguenze dei comportamenti illegali; iniziative locali per sensibilizzare la società civile sulle tematiche della cittadinanza attiva e sulla legalità e l’organizzazione di un database informativo.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL CENTRO-SUD (Campania; Puglia; Sicilia; Calabria; Abruzzo e Lazio)

Testo completo del progetto
#falasceltagiusta.pdf
Documento Adobe Acrobat [986.5 KB]
Download

Titolo progetto: 007 Bersaglio famiglia

L’obiettivo generale che si pone il progetto è quello di prevenire e contrastare i percorsi di esclusione sociale delle famiglie più vulnerabili rafforzando le loro competenze, promuovendo la loro partecipazione sociale e favorendo lo sviluppo di iniziative fondate sulla mutualità e la solidarietà. I volontari avranno l’opportunità di collaborare nell’attivazione o nel potenziamento degli sportelli famiglia ed economia, sportelli di mediazione familiare e nell’organizzazione di percorsi formativi e informativi. In riferimento alla volontà di attivare un sostegno sociale di mutua assistenza, si prevedono diverse attività (con specificità territoriali) nelle quali i giovani in Servizio Civile saranno coinvolti nell’organizzazione di: banche del tempo territoriali; mercatini del baratto; laboratori artistici e creativi per bambini e adulti ed infine nell’ organizzazione di eventi e manifestazioni con impatto territoriale.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL SUD (Campania; Puglia; Sardegna; Calabria; Sicilia e Basilicata)

Testo completo del progetto
007 Bersaglio famiglia.pdf
Documento Adobe Acrobat [1.1 MB]
Download

Titolo del progetto: A scuola per scelta non per forza

Il progetto si pone l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica, in particolare sostenendo il percorso educativo di ragazzi e ragazze dagli 11 ai 18 anni. Le attività previste saranno attivate nella regione Sicilia, individuata come il territorio con maggior percentuale di abbandono scolastico, e prevedono la progettazione, la realizzazione e l’attivazione di laboratori didattici e creativi (laboratori di lingua, di competenze di base, di riciclaggio, di informatica e di arte) nei quali si accompagneranno gli allievi a livello cognitivo, metacognitivo e motivazionale rendendo i percorsi di “recupero” personali ed adattabili in base alle scelte dei tutor, dei volontari impiegati e degli utenti intercettati.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONE  SICILIA

Testo completo del progetto
A scuola per scelta non per forza.pdf
Documento Adobe Acrobat [454.0 KB]
Download

Titolo del progetto: Affari nostri

Nelle regioni coinvolte dal progetto e con riferimento al 2013, i dati socio-demografici, (componente giovanile del 16% rispetto alla popolazione residente, l’elevato tasso di disoccupazione del 29% e l’aumento dei NEET al 23,9%), uniti ai dati relativi al contesto territoriale, (il 22% dei giovani è coinvolto politicamente; aumento del 15,5% dei tassi di criminalità; progressivo aumento della devianza giovanile con reati che coinvolgono giovani dai 18 ai 24 anni; presenza della criminalità organizzata, nel 2013 sono stati 178 le segnalazioni per riciclaggio; significativa riduzione della fiducia nelle istituzioni e la valutazione dell’offerta territoriale in materia), ci inducono a valutare positivamente gli interventi di lotta alla criminalità attraverso la promozione di una cultura della legalità finalizzata allo sviluppo di un senso civico nei giovani. Pertanto, il progetto prevede l’attivazione di punti informativi per l’approfondimento dei contesti locali; la ricerca e la messa in rete delle informazioni relative alle attività di cittadinanza attiva; l’organizzazione di incontri di scambio con le istituzioni, la realizzazione di un database e la pubblicizzazione delle attività svolte.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI CENTRO NORD (Marche; Toscana; Lombardia; Emilia Romagna; Sardegna; Liguria; Piemonte; Lazio; Trentino; Friuli e Veneto).

Testo completo del progetto
Affari nostri.pdf
Documento Adobe Acrobat [527.5 KB]
Download

Titolo del progetto: Alfabeti di futuro

La necessità e la ricchezza di instaurare delle pratiche di incontro culturale è un aspetto che coinvolge l’intera Nazione, soprattutto in un periodo storico nel quale, in seguito alla situazione geopolitica attuale, la presenza dei migranti presenti in Italia è maggiore rispetto ai decenni scorsi. A tal proposito il progetto si impegna a favorire il processo di inserimento sociale dei cittadini di origine straniera in Italia attraverso l’incremento delle competenze linguistiche e civiche dei migranti, nelle province oggetto dell’intervento, che rispondano alle esigenze della normativa vigente ed infine promuovere nella cittadinanza una conoscenza più completa del processo migratorio e delle sue cause, in modo da ridurre i fattori di discriminazione razziale. I volontari, insieme ad operatori formati in materia, saranno coinvolti nell’attivazione di laboratori linguistici e di educazione civica per stranieri e l’attivazione di biblioteche viventi sulla migrazione.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Marche; Campania; Piemonte; Calabria; Lombardia; Toscana, Molise; Puglia; Umbria; Basilicata; Trentino Alto Adige; Veneto e Friuli Venezia Giulia)

Testo completo del progetto
Alfabeti di futuro.pdf
Documento Adobe Acrobat [509.3 KB]
Download

Titolo del progetto: Alla ricerca di un tempo nuovo

I volontari che saranno coinvolti in questo progetto interverranno, insieme ad operatori esperti, su quella parte di popolazione anziana che vive in stato di solitudine, al fine di ridurre le cause e le conseguenze sullo stato complessivo di salute che un’emarginazione dalla vita sociale può portare nel breve e lungo termine. Pertanto, gli obiettivi sono: migliorare lo stato di salute complessivo degli anzianiattraverso l’attivazione di percorsi “benessere”, di ginnastica e di attività motorie dolci; creare nell’anziano una consapevolezza rispetto alla propria condizione, proponendo percorsi informativi e formativi di educazione all’invecchiamento attivo; migliorare il grado di protagonismo degli anziani autosufficienti agendo contestualmente sulla riduzione dell’emarginazione sociale, attraverso l’offerta di iniziative culturali che diano all’anziano la possibilità di acquisire nuove conoscenze e forniscano contemporaneamente spazi di partecipazione e di aggregazione ed infine ridurre l’emarginazione culturale degli anziani, attraverso l’attivazione di percorsi formativi e corsi di informatica.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL SUD e ISOLE (Campania; Sardegna; Sicilia; Calabria; Basilicata e Puglia)

Testo completo del progetto
Alla ricerca di un tempo nuovo.pdf
Documento Adobe Acrobat [670.8 KB]
Download

Titolo del progetto: Diritti in rete

Attraverso il coinvolgimento dei volontari in questo progetto si vuole contrastare l’emarginazione sociale delle famiglie e dei singoli in difficoltà, nei territori target dell’intervento sviluppando sinergie con la rete dei soggetti istituzionali e privati, per promuovere percorsi di cittadinanza e partecipazione (famiglie italiane o di cittadinanza straniera) in condizioni di particolare disagio o vulnerabilità. Tali obiettivi saranno persegui mediante delle attività concrete come l’apertura ed il rafforzamento dell’attività dello sportello informativo; la realizzazione di incontri di gruppo; lo sviluppo della rete di attori impegnati nel settore e la realizzazione di una guida informativa.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Marche; Lombardia; Emilia Romagna; Sardegna; Campania; Sicilia; Abruzzo; Puglia; Liguria; Piemonte; Umbria; Toscana; Lazio; Trentino Alto Adige; Veneto e Friuli Venezia Giulia)

Testo completo del progetto
Diritti in rete.pdf
Documento Adobe Acrobat [446.9 KB]
Download

Titolo del progetto: Due alla pari

Coerentemente con la propria mission e dando seguito alle molte e diffuse pratiche già in atto all’interno del corpo associativo dell’USacli, questo progetto  si propone di:  aumentare il livello di integrazione sociale delle persone con disabilità e di favorire la loro mobilità territoriale creando attività strutturate a carattere extraterritoriale. In particolare, i volontari in Servizio Civile, saranno coinvolti nell’approfondimento delle attese delle persone con disabilità (raccolta dati); nel coinvolgimento e nella collaborazione costante e attiva tra associazioni/enti/scuole/EE.LL del medesimo territorio (costruzione di una rete associativa ed incontri sul tema); nell’azione finalizzata all’integrazione e all’inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso lo sport (tornei, manifestazioni ludiche, ecc) e nell’organizzazione di attività sportive coordinate sul piano nazionale.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Sicilia; Piemonte; Emilia Romagna; Puglia; Sardegna: Sicilia; Calabria; Lombardia; Lazio; Liguria; Campania; Veneto; Marche; Toscana; Lazio; Sardegna; Umbria, Trentino e Friuli Venezia Giulia).

Testo completo del progetto
Due alla Pari.pdf
Documento Adobe Acrobat [699.1 KB]
Download

Titolo del progetto: Fuoriclasse

Il progetto si inserisce nell’ambito della lotta all’evasione scolastica che, nelle 17 province di attuazione del progetto, risulta essere di primaria importanza visti i tassi di dispersione superiore rispetto la media nazionale (con il conseguente aumento dei Neet e della bassa formazione). Le attività relative al progetto vogliono sostenere la mission attraverso azioni rivolte ad alunni dagli 11 ai 18 anni: potenziamento del tutoraggio e sostegno allo studio (riduzione dispersione e tassi di abbandono); inclusione di alunni stranieri con percorsi interculturali (riduzione del forte tasso di abbandono dei ragazzi/e straniere) e l’attivazione del tessuto relazionale intorno all’utente (superare la distanza tra genitori, territorio e scuola). Concretamente, tali esigenze si tradurranno nella realizzazione di aule formative, laboratori creativi, sportelli di orientamento ed incontri con i genitori.

 

TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Piemonte; Valle d’Aosta; Marche; Campania; Sardegna; Calabria; Lombardia; Liguria; veneto; Lazio; Umbria; e Friuli Venezia Giulia)

Testo completo del progetto
Fuoriclasse.pdf
Documento Adobe Acrobat [532.9 KB]
Download

Titolo del progetto: Gli altri siamo noi

In seguito alla domanda intercettata mediante l’analisi del contesto della situazione italiana in riferimento al settore immigrazione, il progetto si propone l’obiettivo di dare risposte concrete ad alcune importanti esigenze presenti fra molti cittadini immigrati, realizzando una serie di servizi di informazione, orientamento ed assistenza. In questa direzione si è pensato di rafforzare gli sportelli orientativi mediante: l’avvio del servizio Arcobaleno (oltre alle attività frontali svolte direttamente allo sportello sarà previsto un’attività di back office che consisterà in lavori di preparazione, aggiornamento e supporto al front-office) e la sistematizzazione delle informazioni attraverso l’aggiornamento ed il completamento della mappa dei servizi (questo strumento consentirà di conoscere l’offerta esistente e comprendere le necessità di potenziamento, ampliamento, integrazione dei servizi sul territorio).

 

TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Piemonte; Lombardia; Sicilia; Abruzzo; Calabria; Marche; Basilicata; Emilia Romagna; Campania; Toscana; Lazio; Umbria e Veneto).

Testo completo del progetto
Gli altri siamo noi.pdf
Documento Adobe Acrobat [478.9 KB]
Download

Titolo del progetto:Invecchiare è un arte

Il progetto mira a prevenire il rischio di non autosufficienza e a combattere lo stato di solitudine, tipici della terza età, attraverso due azioni principali: l’incontro tra  l’anziano, che condividerà con il giovane il suo bagaglio di ricordi ed esperienze e il volontario che lo affiancherà nella raccolta e nell’elaborazione delle memorie tramite l’utilizzo di nuove tecnologie (computer, video, foto…), attivando uno scambio paritario. Il risultato di questo laboratorio si concretizzerà nella realizzazione e nella raccolta di “ritratti” o video che potranno essere condivisi nei territori attraverso mostre ed eventi da organizzare presso le sedi dei circoli. Nella seconda azione i destinatari delle iniziative, ovvero gli anziani over 65 (autosufficienti)  dei territori coinvolti nel progetto, saranno invitati a partecipare all’attività “mi piace se ti muovi!” che prevede camminate e pedalate che aiutino le loro capacità relazionali e fisiche.

 

TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL CENTRO (Marche; Abruzzo; Lazio e Umbria)

Testo completo del progetto
Invecchiare e` un'arte.pdf
Documento Adobe Acrobat [394.6 KB]
Download

Titolo del progetto: L'importanza di essere...anziani

Il target di riferimento riguarda persone over 65, autosufficienti o con insufficienza lieve, che necessitano di supporto per combattere la situazione di isolamento e di fragilità in cui si possono o si potrebbero trovare, agendo in un’ottica preventiva, sulla qualità della vita (sia in ambito domiciliare che “comunitario”). Dunque, l’obiettivo cardine sarà quello di migliorare lo stato di benessere complessivo psico-fisico-sociale dell’anziano mediante la promozione:  dell’autonomia dell’anziano; della coesione e partecipazione sociale e la riduzione degli stati di emarginazione  sociale e culturale. I giovani volontari saranno chiamati ad organizzare servizi di sostegno volti ad aiutare gli anziani nelle incombenze giornaliere e assisterli durante le uscite quotidiane, compiere azioni di domiciliarità leggera (mediante indagine locale sulla presenza degli anziani nei diversi quartieri) e realizzare iniziative culturali e sociali volte all’integrazione sociale.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL SUD (Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia, Calabria, Molise, Basilicata).

Testo completo del progetto
L'importanza di essere... anziani.pdf
Documento Adobe Acrobat [452.8 KB]
Download

Titolo del progetto: lo spreco si risolve in un rebus

In seguito alla constatazione che nel nostro Paese lo spreco alimentare annuo è pari a sei milioni di tonnellate e la povertà assoluta è in continuo aumento (nel 2012 al 7,9%) si evince come sia necessaria la promozione di stili di vita, di produzione e consumo improntati alla sostenibilità, favorendo in questo senso la costruzione di un modello di sviluppo socio-economico più equo e responsabile. Pertanto, il progetto, che nasce dalla volontà di ridurre lo spreco ed attivare buone pratiche di consumo critico e di economia sostenibile, si propone di realizzare delle attività di “rete” volte a sensibilizzare il territorio (seminari, iniziative locali, ecc) e di convertire lo spreco alimentare in risorsa (riutilizzo di materiali, destinazione ad enti del terzo settore delle risorse invendute, recupero cibo, ecc).


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL NORD (Marche; Lombardia; Piemonte e Veneto)

Testo completo del progetto
Lo spreco si risolve in un REBUS.pdf
Documento Adobe Acrobat [533.9 KB]
Download

Titolo del progetto: Mille e uno ce la fa

Il progetto si propone di migliorare la condizione giovanile promuovendo processi di inclusione sociale e di prevenzione del disagio giovanile, intervenendo sui fattori sociali e relazionali, utilizzando il canale piacevole e aggregante dell’attività sportiva. Si propone di contrastare il fenomeno dell'abbandono sportivo precoce nella fascia d’età 11-17 anni, attraverso la promozione del valore dell’attività sportiva, da considerare come uno strumento di crescita dal punto di vista fisico, psicologico e sociale. Verranno organizzate delle attività ludico-sportive con un approccio educativo centrato sulla relazione, pubblicizzate le attività progettate, raccolte le adesioni e realizzate nei territori. Parallelamente verrà implementata la rete di associazioni che lavorano sui temi dello sport giovanile mediante la raccolta di dati e la realizzazione di database idonei. Infine sono previsti degli eventi di sensibilizzazione al tema nelle comunità locali d’intervento.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: TERRITORIO NAZIONALE (Sicilia; Valle d’Aosta; Toscana; Marche; Campania; Piemonte; Emilia Romagna; Lombardia; Puglia; Sardegna; Sicilia; Calabria; Liguria; Lazio; Abruzzo; Veneto; Umbria; Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia)

Testo completo del progetto
Mille e uno ce la fa.pdf
Documento Adobe Acrobat [820.9 KB]
Download

Titolo del progetto: Nessuno indietro

Con questo progetto si vuole intervenire nel territorio di Catania riducendo la dispersione e l’evasione scolastica, particolarmente significativa in questo territorio. I volontari verranno coinvolti in prima persona nell’organizzazione degli interventi didattico/pedagogici di supporto e recupero scolastico, nella loro pianificazione e promozione e la relativa raccolta delle adesioni. Inoltre, verranno realizzati sia dei laboratori ricreativi e ludico-artistico-culturali con i ragazzi dagli 11 ai 18 anni, sia degli incontri con le famiglie, insieme ai minori interessati. Sono previsti anche la progettazione e la messa in opera di eventi sociali di incontro, scambio e integrazione, il tutto grazie al supporto di associazioni ed agenzie formative partner.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONE SICILIA

Testo completo del progetto
Nessuno indietro.pdf
Documento Adobe Acrobat [945.8 KB]
Download

Titolo del progetto: Passi avanti

Le azioni previste in questo progetto nascono dalla volontà di intervenire positivamente nell’ambito della disabilità e del disturbo dell’apprendimento partendo dal presupposto che tali deficit cognitivi (sia nei minori che negli adulti) debbano essere compensati dal potenziale di recupero e dal potenziamento delle risorse trascurate e non coltivate dei singoli utenti. In linea con gli obiettivi del progetto, ovvero stimolare le risorse dei singoli e promuoverne la loro crescita, le attività saranno: per gli adulti il potenziamento delle capacità di autonomia ( capacità di acquisto, autonomia domestica, orientamento sul territorio, ecc) e l’accompagnamento all’identificazione delle risorse affettive (gruppi di condivisione, preparazione di giornate insieme, coinvolgimento familiari, ecc), per i minori si prevedono dei percorsi di sostegno scolastico e di orientamento con le famiglie.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

Testo completo del progetto
Passi avanti.pdf
Documento Adobe Acrobat [767.2 KB]
Download

Titolo del progetto: Ritorno in classe

L’evasione scolastica e l’abbandono scolastico sono preoccupanti manifestazioni di disagio sociale che si ripresentano con una certa sistematicità in tutta Italia e, nonostante negli ultimi anni si siano moltiplicate le iniziative a livello nazionale e locale di contrasto alla dispersione, pare che questo fenomeno sia più difficile da scardinare nelle aree più depresse del nostro Paese e in alcune aree metropolitane. Pertanto, il progetto si pone i seguenti obiettivi : contrastare il fenomeno di dispersione scolastica tra gli adolescenti attraverso il miglioramento dell’approccio metodologico allo studio; ridurre il peso che il fenomeno dell’abbandono scolastico comporta per le famiglie e per la comunità e favorire la diffusione della cultura nei giovani attraverso attività artistiche, ludiche e sociali. I volontari saranno impiegati nel tutoraggio e nel sostegno del recupero scolastico mediante laboratori creativi e formativi (progettazione e realizzazione del materiale), iniziative openday, accoglienza e primo orientamento e nell’organizzazione di giornate dimostrative inerenti i materiali prodotti.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI CENTRO (Lazio e Toscana)

Testo completo del progetto
Ritorno in classe.pdf
Documento Adobe Acrobat [498.3 KB]
Download

Titolo del progetto: Tieni il tempo

La finalità del progetto è quella di salvaguardare l’anziano dai processi di invecchiamento psicologico e conseguentemente fisico, con azioni di intervento preventivo, agendo sulle situazioni di abbandono e di isolamento e sulle problematiche legate a difficoltà gestionali per la perdita dell’autonomia sociale. Per migliorare e sviluppare le capacità di apprendimento degli anziani, delle loro conoscenze e competenze specifiche, saranno create delle “Officine di memoria” dove insieme ai giovani (coetanei dei volontari) e mediante l’utilizzo delle tecniche di comunicazione informatica di base, si raccoglierà il materiale autobiografico degli anziani partecipanti, con mostra finale degli elaborati. Per quanto riguarda l’accrescimento della consapevolezza dell’anziano, rispetto al suo stato di salute e alle buone abitudini legati agli stili di vita, saranno tenuti dei corsi di ginnastica dolce e di formazione per l’invecchiamento attivo, nei quali i volontari stessi saranno coinvolti.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI DEL NORD (Valle d’Aosta; Toscana; Lombardia; Piemonte; Emilia Romagna; Liguria; Trentino Alto Adige; Veneto e Friuli Venezia Giulia)

Testo completo del progetto
Tieni il tempo.pdf
Documento Adobe Acrobat [506.0 KB]
Download

Titolo del progetto: Tutti in viaggio

Il progetto mira a promuovere e realizzare un’offerta moderna e qualificata di turismo sociale, valorizzando la rete dei Centri di Turismo delle ACLI (CTA) e le risorse turistiche e ricettive presenti in ciascuno dei territori coinvolti. Per qualificare e diffondere la cultura del turismo sociale, il progetto intende aggiornare e migliorare la lettura della domanda e offerta di turismo sociale in Italia, realizzare nuovi itinerari accessibili anche ai soggetti più svantaggiati ed aprire, in località specifiche, info-point per valorizzare ancor di più il potenziale turistico del territorio. Nello specifico, le attività proposte ai volontari riguardano: un’indagine sul campo per individuare la domanda e l’offerta di itinerari di turismo sociale e la loro catalogazione, l’altra riguarda la promozione e la pubblicizzazione in rete del  turismo responsabile insieme alla possibilità di sviluppare di un network di sportelli CTA sociali.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: NAZIONALE (Sicilia; Valle d’Aosta; Toscana; Marche; Campania; Puglia; Lombardia; Piemonte; Molise; Veneto; Abruzzo; Basilicata; Emilia Romagna e Lazio).

Testo completo del progetto
Tutti in viaggio.pdf
Documento Adobe Acrobat [391.8 KB]
Download

Titolo del progetto: Ultime notizie dalla famiglia

L’obiettivo generale del progetto è contribuire alla creazione di interventi a supporto delle famiglie e della conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, pertanto si intende migliorare la qualità della vita di circa 1.500 famiglie/caregivers residenti nel territorio di intervento, agevolando la gestione dei carichi di lavoro di cura e assistenza verso i componenti fragili. I volontari che saranno impegnati in questo progetto saranno coinvolti: nella sperimentazione di servizi di welfare comunitario, come la badante condivisa e la baby sitter condivisa; nell’attivazione di servizi di prossimità per anziani e disabili, finalizzati alla gestione delle incombenze quotidiane; nell’attivazione di banche del tempo e nell’analisi di fattibilità finalizzata a facilitare l'accesso delle famiglie ai servizi per la prima infanzia. Inoltre, potranno organizzare (insieme ai responsabili di progetto): servizi di doposcuola; gruppi di auto-mutuo aiuto per caregivers; percorsi informativi e di prevenzione e servizi di counseling e orientamento a favore delle donne che non riescono a conciliare i tempi di vita con quelli di lavoro.


TERRITORI DI ATTUAZIONE: REGIONI CENTRO-NORD (Piemonte; Toscana; Lombardia; Emilia Romagna; Liguria; Umbria; Trentino Alto Adige; Veneto e Friuli Venezia Giulia).

Testo completo del progetto
Ultime notizie dalla famiglia.pdf
Documento Adobe Acrobat [531.8 KB]
Download